Intervista ai Run Chicken Run

RCR

Chi sono i Run Chicken Run?

I Run Chicken Run sono una band in attivo da due anni.

Composta da quattro membri:

Michele Montesi (voce e chitarra), Leonardo Piccioni (chitarra), Paolo Scarabotti (basso) e Mirko Santacroce (batteria).

Che genere musicale proponete?

Il genere è essenzialmente Hard Rock, con qualche sfumatura Blues.

Tutti i brani sono completamente inediti.

Quanti album avete prodotto?

Un album prodotto: “Open the grill”.

Attualmente siamo in fase di registrazione del secondo album: “Don’t forget the wine”.

Perché “Run Chicken Run”?

Una motivazione potrebbe essere macabra e legata ad un ambiente di lavoro.

Diciamo che il simbolo del pollo, che fugge dal suo inseguitore, è lo specchio della società odierna.

Tutti noi fuggiamo da qualcuno o qualcosa. Sta a noi trovare il giusto metodo usando tutte le nostre capacità, ingegnandoci ed ovviamente correndo!

Come mai le canzoni sono in lingua inglese e non in italiano?

Inizialmente abbiamo iniziato a scrivere testi in italiano, poi però diventava sempre più difficile così siamo passati all’inglese.

Inoltre dà alle canzoni un carattere più “internazionale”.

Revenge, il primo singolo dell’album. Perché proprio questa canzone?

Revenge è la prima canzone che abbiamo fatto. Tutte le altre sono arrivate dopo.

Per noi è una sorta di punto di partenza, l’inizio di qualcosa in cui crediamo fermamente.

Inoltre è l’unica canzone al momento accompagnata da un videoclip.

Nell’album però è la sesta traccia. La prima è “We’re gonna rock you”, che rappresenta meglio di qualunque altra canzone il nostro stile.

Quali sono le difficoltà più grandi che avete trovato fino a questo momento?

Ormai è diventato un cliché ma purtroppo è verità. Facendo musica inedita, nel nostro genere, è difficile farsi notare e proporsi dal vivo.

Abbiamo difficoltà a suonare nei locali, specialmente nella nostra zona (provincia di Ancona) in quanto i gestori dei locali sono propensi a far suonare band che già conoscono e che sanno porteranno un introito con il “solito” pubblico. Oltre ovviamente ai limiti fisici: la nostra è una musica che per avere una resa ottimale andrebbe suonata ad alti volumi, e chiaramente non tutti i locali sono predisposti per un’esecuzione del genere!

Quali sono invece le soddisfazioni?

La cosa più bella è quando si ha una bella risposta dal pubblico. E’ capitato durante alcune live di vedere persone cantare il ritornello di una canzone nonostante fosse la prima volta che la sentiva. E’ stato fantastico.

Gli amici che ci sostengono e che ci seguono, le persone che a fine concerto vengono a complimentarsi..

Tra le “gioie” possiamo metterci anche la vittoria di un festival, di cui abbiamo un bellissimo ricordo.

Quali sono le ambizioni per il futuro?

La speranza è innanzitutto che le nostre canzoni piacciano. Vogliamo divertirci a suonare nei locali e ci piacerebbe moltissimo che le persone si divertissero con noi.

E’ la soddisfazione più grande!

Poi ci sono tanti progetti, in primis il secondo album che stiamo registrando. Stiamo lavorando alla realizzazione del secondo videoclip. Abbiamo tantissime idee, dobbiamo solo trovare il modo migliore per metterle in atto.

Qual è stato il consiglio più utile che vi è stato dato?

Ci è stato più volte consigliato di suonare (durante i live) canzoni di altri gruppi per far “gola” ai locali.

..e l’avete seguito?

No.

Perché ascoltare i Run Chicken Run?

Perché siamo semplici e diretti. La maggior parte dei testi sono ironici e provocatori.

Perché ci piace da morire quello che facciamo e perché vogliamo condividerlo con tutti.

Ma soprattutto per dimostrare, a tutti quelli che credono che per arrivare bisogna emulare o addirittura immedesimarsi in qualcun altro, che c’è anche un’altra strada: quella del Rock.

Perché dietro ogni canzone ci siamo noi che ci mettiamo in gioco solo per passione. Qui non si parla di soldi o di fama, solo di passione.

Le nostre canzoni si possono acquistare o ascoltare in streaming su Amazon, Spotify, Deezer, ITunes, Google play e Youtube.

Potete contattarci tramite Facebook, Twitter e Instagram, oppure su www.runchickenrun.rocks.

I commenti sono chiusi