Intervista ai Brokenstake

15555705_344653929243929_1213219167_n

BROKENSTAKE

gruppo di giovanissimi che cerca di farsi strada a scazzottate nel mondo della musica di oggi, riproponendo un genere che varia tra blues, hard rock e metal, in studio arricchito dalla presenza del sassofono che richiama il rock degl’anni 70.

Come nascono i BROKENSTAKE?
Il progetto nasce nel 2012 per volontà dell’attuale chitarrista e del batterista, allora di 13 e 11 anni, che fecero conoscenza nel mezzo di un pestaggio.
Dopo qualche secolo di sperimentazione, la band giunge alla formazione attuale, in cui la voce graffiante, passionale e onnipresente dell’appariscente
Bobby, spicca insieme ai virtuosismi del chitarrista Tony, noto per la sua tamarrezza e per il suo look che comprende un kilt, spesso scambiato per una gonna…Poi ci sono altri due soggetti, anzi, due metronomi umani: Gahja, la nostra bassista dall’aria misteriosa, introspettiva e dai tratti che ricordano Fujiko, la tipa di Lupin o qualche altro manga giapponese e lo scatenato e scimmiato Aldous, il batterista, ma all’occasione anche chitarrista, bassista, corista, stilista e spazzino.
Nonostante la giovane età, il quartetto si è già fatto notare sulla scena locale conquistando il primo posto al contest proposto dal “Cislianerfet” , guadagnandosi la registrazione ai Massive Arts studios di Milano del loro primo singolo:
Take Me Higher.

Progetti per il futuro?
La band, dalle idee molto chiare e ambiziose, ha alle spalle un singolo di alta qualità e un CD demo con all’interno 4 inediti. Inoltre ad oggi si trova con i brani necessari alla realizzazione di un primo album ma essendo piuttosto disagiati e disperati, stanno aspettano che un qualche santo guardi giù verso Arluno e per sbaglio faccia cadere una bella mazzetta di soldi per farci registrare il disco… Oppure quel santo potresti essere tu! Aiutate 4 disperati malati di Rock per fargli registrare un disco, offerta libera!

(scherzo)

All’interno del progetto di auto-produzione,per avere il totale controllo sul loro lato artistico, i ragazzi, si esprimeranno in una decina di pezzi inediti dalle liriche inglesi ed un sound bluesy-acidrock, anzi semplicemente Rock.

Prossimi concerti?
Vedremo i BROKENSTAKE esibirsi il 23 dicembre al centro sociale Cantiere a Milano, zona Lotto M1.
In oltre, parteciperanno ad
emergenza festival, prima data l’ 1 febbraio 2017 presso il Legend Club. A tal proposito, contattateli per le prevendite dei biglietti.

Contatti:
Facebook
: https://www.facebook.com/Brokenstake/
Instagram: @brokenstake_official
tel: 3349909534

I commenti sono chiusi