SLAYER: Gary Holt e il disturbatore italiano


NEWS

Da metalitalia.com

In una recente intervista con INDY Week il chitarrista di SLAYER and EXODUS Gary Holt è stato interrogato sull’accoglienza da parte dei fan degli SLAYER come sostituto di Jeff Hanneman:

“Sono qui da abbastanza tempo – più di cinque anni – da essere ben accetto. In questo periodo di tempo ho contato solo quattro ‘disturbatori’ […]. Penso di essere facilitato in tal senso perchè sono un amico della band, Jeff incluso, da decenni, dall’infanzia del thrash metal”.

A riguardo dei molestatori Holt cita un aneddoto tutto italiano:

“C’è stato un ragazzo a Milano – città che è sempre stata una seconda casa, anche con gli EXODUS – che ha fatto abbastanza lo stronzo. Io gli sono stato davanti tutto il tempo. Non indietreggio davanti a nessuno perchè questi tentano di rovinare lo show. Rovinando il mio show, di riflesso cercano di rovinare il set degli SLAYER, perchè tentano di danneggiare un quarto del gruppo. Sono andato verso le prime file e l’ho afferrato per la mano. Mi sono avvicinato e l’ho fissato dritto negli occhi per vedere cosa avesse da dire a distanza di pugni. Non disse nulla. Non si aspettava una mossa del genere. In ogni caso l’ultima cosa che voglio è spaccarmi una mano sulla testa di qualcuno. Sono uno con la pelle spessa, queste stronzate non mi toccano, ma rendo pan per focaccia”.

 

slayer - gary holt - 2014


t-shirtpersonalizzabili.it

T-shirts-personalizzabili-it2

I commenti sono chiusi