Motorhead: parla il manager, “Lemmy aveva un tumore al cervello e al collo”


NEWS

Da metalitalia.com

Il manager dei MOTÖRHEAD, Todd Singerman, ha dichiarato quanto segue a Sky News circa il tumore che era stato diagnosticato a Lemmy il 26 dicembre, poco prima della sua morte avvenuta ieri 28 dicembre:

“Nessuno sapeva, abbiamo appreso della cosa Sabato, due giorni fa, che aveva il cancro e che i dottori gli avevano dato dai due ai sei mesi di vita. […] E’ morto ieri mentre telefonavo a Phil e a Mikkey, per dire loro di venire a dargli un ultimo saluto mentre era ancora in forze. Era tornato dal tour e abbiamo fatto un grande party al Whisky a Go Go per il suo compleanno. I suoi amici sono venuti e hanno suonato. Due giorni dopo non stava bene, quindi lo abbiamo portato all’ospedale, lo hanno dimesso e dopo una TAC gli hanno diagnosticato un tumore al cervello e al collo… due giorni dopo il medico ci ha detto che era terminale”.

Singerman ha aggiunto:

“Ero con lui da venticinque anni e tutti i giorni erano mezzo gallone di Jack Daniels, due-tre pacchetti di sigarette e altri suoi vizi. Ogni giorno. Di recente era passato, e tuttora io non riesco a capire ma secondo lui era più salutare, ad aranciata e vodka. Ricordo questa grande citazione: Lemmy dei MOTÖRHEAD fa sembrare Keith Richards dei THE ROLLING STONES una Golden Girl”.

 

Motorhead - Lemmy live Milano - 2014

t-shirtpersonalizzabili.it

T-shirts-personalizzabili-it2

I commenti sono chiusi